GRAND TRAIL COURMAYEUR 2019

Il 13 e 14 luglio 2019 andrà in scena il Gran Trail Courmayeur, la spettacolare gara in alta quota e in gran parte con vista sul Monte Bianco, giunta alle settima edizione.

Sono confermati l’impegnativo percorso di 105 km (6.600 m D+), la gara intermedia di 55 km (3.800 m D+)e  quello breve di 30 km (2.000 m D+), perfetto anche per chi vuole esordire nel trail running su un tracciato severo ma abbordabile.

 

 

 

Ecco i tre percorsi nel dettaglio:

105 KM

 

Distanza: 105Km
Dislivello: 6600m D+
Tempo massimo: 30h
Punti iTRA: 5


Descrizione del percorso

Il percorso si snoda lungo i sentieri del territorio compreso tra Courmayeur, Pré-Saint-Didier e La Thuile, per una lunghezza totale di 105 km circa ed un dislivello positivo di 6600 mt, sviluppandosi prevalentemente lungo la Val Veny e la Val Ferret.

Dopo la partenza dal Courmayeur Mountain Sport Center (1250m SLM), il percorso si dirige verso le Fonti Vittoria per poi imboccare il sentiero che porta a Champex di Pré-Saint-Didier.

Dalla piscina del paese termale si sale, passando da Molliex, verso il vallone di Petosan, dove gli atleti potranno trovare il primo punto di ristoro (1753m SLM). Attraversando Plan Praz, il “Sentiero delle Miniere” porta al Rifugio Deffeyes (ristoro, 2500m SLM), anticipato da un breve tratto attrezzato con le catene.

Dal rifugio si scende verso le cascate e si arriva ad Arly di La Thuile (1450m SLM)dove, percorso circa un terzo dell’intera gara.

Seguendo a ritroso una parte del percorso del Tor des Géants® si raggiunge l’imbocco del vallone di Youlaz (ristoro 2047m SLM), il Colle dell’Arp (2572m SLM), il Colle di Youlaz(2661m SLM) ed il punto più alto della corsa sotto il Mont Nix (2830m SLM).

Un lungo traverso porta i trail runner fino al Colle du Berrio Blanc (2818m SLM) ed al Mont Fortin (2755m SLM), dove si trova un altro punto ristoro (bivacco mobile elitrasportato).

Da qui, fiancheggiati i laghi, ci si dirige verso il Col Chavanne (2598m SLM) per poi scendere verso il Col de la Seigne (2510m SLM) e le casermette (2290m SLM): il sentiero porta a girare attorno alle Pyramides Calcaires (2573m SLM) e raggiungere il punto ristoro del Rifugio Elisabetta (2197m SLM).

Da lì parte il percorso del giro del Monte Bianco, che tocca il Lago Combal (1952m SLM), sale all’Arp Vieille (2303m SLM), costeggia il Lago Checrouit (2151m SLM), fino ad arrivare al Rifugio Maison Vieille (1952m SLM), dove c’è l’ultimo ristoro prima della base vita di Courmayeur.

Saliti fino alla Courba Dzeleuna (2048m SLM), si ridiscende fino a Plan Checrouit per raggiungere nuovamente il Courmayeur Mountain Sport Center, dove gli atleti potranno riposare.

Da Dolonne si tocca La Saxe e si imbocca il sentiero che si ricongiunge con la salita che porta al Rifugio Bertone (1977m SLM, punto ristoro).

La splendida balconata della Val Ferret conduce verso il Rifugio Bonatti ed il vallone del Malatrà, a circa metà percorso, dove si trova il ristoro presso l’alpeggio del Giouè (2215m SLM).

Da qui si attaccano gli ultimi due colli, Entre deux Sauts (2524m SLM) e Col Sapin (2435m SLM) per poi iniziare la discesa verso Curru, La Suche, L’Ermitage e tornare al traguardo del Courmayeur Mountain Sport Center.

NOTE

Il tempo massimo per concludere la corsa è di 30 ore.

Il tracciato è molto tecnico, visti gli importanti dislivelli, i passaggi esposti e la possibile presenza di nevai, ma su sentieri classificati per escursionisti.

Il passaggio sulle strade asfaltate è ridotto al minimo, solo nei pressi del centro abitato la corsa dovrà passare su vie pubbliche.

 

PUNTI DI PARTICOLARE INTERESSE

  • Lungo traverso tra il Colle di Youlaz e il Col Chavanne
  • Discesa dal Col de la Seigne verso il rifugio Elisabetta e Lago Combal, passando per il Colle delle Pyramides Calcaires
  • Balconata della Val Ferret tra il rifugio Bertone ed il rifugio Bonatti
  • Panoramica su Courmayeur da La Suche

 

 

55 KM

 

Distanza: 55Km
Dislivello: 3800m D+
Tempo massimo: 18h
Punti iTRA: 3


Descrizione del percorso

Il percorso si snoda lungo i sentieri del territorio di Courmayeur e Pré-Saint-Didier, per una lunghezza totale di 55 km circa ed un dislivello positivo di 3800 mt, sviluppandosi prevalentemente lungo la Val Veny.

Dopo la partenza dal Courmayeur Mountain Sport Center (1250m SLM), il percorso si dirige verso le Fonti Vittoria per poi imboccare il sentiero che porta a Champex di Pré-Saint-Didier.

Dal paese termale si prende il sentiero verso la passerella sull’orrido e il parco avventura, salendo verso l’imbocco del vallone di Plan Praz e con un sentiero in falsopiano si giunge al primo ristoro alle baite di Youlaz (ristoro 2047m SLM).

Seguendo a ritroso una parte del percorso del Tor des Géants®, si raggiungono il Colle dell’Arp (2572m SLM), il Colle di Youlaz (2661m SLM) ed il punto più alto della corsa sotto il Mont Nix (2830m SLM).

Un lungo traverso porta i trail runner fino al Colle du Berrio Blanc (2818m SLM) ed al Mont Fortin (2755m SLM), dove si trova un altro punto ristoro (bivacco mobile elitrasportato).

Da qui, fiancheggiati i laghi, ci si dirige verso il Col Chavanne (2598m SLM) per poi scendere verso il Col de la Seigne (2510m SLM) e le casermette (2290m SLM): il sentiero porta a girare attorno alle Pyramides Calcaires (2573m SLM) e raggiungere il punto ristoro del Rifugio Elisabetta (2197m SLM).

Da lì parte il percorso del giro del Monte Bianco, che tocca il Lago Combal (1952m SLM), sale all’Arp Vieille (2303m SLM), costeggia il Lago Checrouit (2151m SLM), fino ad arrivare al Rifugio Maison Vieille (1952m SLM), dove c’è l’ultimo ristoro.

Saliti fino alla Courba Dzeleuna (2048m SLM), si ridiscende fino a Plan Checrouit per raggiungere il traguardo del Courmayeur Mountain Sport Center.

 

NOTE

Il tempo massimo concesso per concludere la corsa è di 18 ore.

Il tracciato è molto tecnico, visti gli importanti dislivelli, i passaggi esposti e la possibile presenza di nevai, ma su sentieri classificati per escursionisti.

Il passaggio sulle strade asfaltate è ridotto al minimo, solo nei pressi del centro abitato la corsa dovrà passare su vie pubbliche.

 

PUNTI DI PARTICOLARE INTERESSE

  • Sentiero dell’Orrido e passaggio sulla passerella panoramica
  • Lungo traverso tra il Colle di Youlaz e il Col Chavanne
  • Discesa dal Col de la Seigne verso il rifugio Elisabetta e Lago Combal, passando per il Colle delle Pyramides Calcaires

 

 

30 KM

 

Distanza: 30Km
Dislivello: 2000m D+
Tempo massimo: 8h
Punti iTRA: 2


Descrizione del percorso

Il percorso si snoda lungo i sentieri del territorio di Courmayeur, per una lunghezza totale di 30 km circa ed un dislivello positivo di 2000 mt, sviluppandosi prevalentemente lungo la Val Ferret.

Dopo la partenza dal Courmayeur Mountain Sport Center, la gara si dirige verso La Saxe e si imbocca il sentiero che si ricongiunge con la salita che porta al Rifugio Bertone (1977m SLM, punto ristoro).

La splendida balconata della Val Ferret conduce verso il Rifugio Bonatti ed il vallone del Malatrà, a circa metà percorso, dove si trova il ristoro presso l’alpeggio del Giouè (2215m SLM).

Da qui si attaccano gli ultimi due colli, Entre deux Sauts (2524m SLM) e Col Sapin (2435m SLM) per poi iniziare la discesa verso CurruLa SucheL’Ermitage e tornare al traguardo del Courmayeur Mountain Sport Center.

 

NOTE

Il tempo massimo per concludere la corsa è di 8 ore.

Il tracciato è tecnico, visti gli importanti dislivelli e la possibile presenza di nevai, ma su sentieri che non presentano particolari difficoltà.

Il passaggio sulle strade asfaltate è ridotto al minimo, solo nei pressi del centro abitato la corsa dovrà passare su vie pubbliche.

 

PUNTI DI PARTICOLARE INTERESSE

  • Balconata della Val Ferret tra il rifugio Bertone ed il rifugio Bonatti
  • Panoramica su Courmayeur da La Suche

 

 

 

QRMA NEWS
NEWS & BLOG

Il 13 e il 20 Agosto il Courmayeur Food Market

Il 13 e 20 agosto al Jardin de l’Ange torna...

Cordoglio dell’Amministrazione Comunale per la scomparsa di Francesco Saverio Borrelli

Il Sindaco di Courmayeur, Stefano Miserocchi, a nome di tutta...

Concorso 2019 – Balconi fioriti, giardini curati, dehors invitanti

Valorizzare e abbellire abitazioni, attività commerciali e turistico-ricettive, aree verdi...

QRMA TV
VIDEO & TV