Courmayeur: cambio ai vertici del Soccorso Alpino, Taiola lascia tra le polemiche

Dopo più di trentatré anni ho lasciato la stazione di soccorso alpino di Courmayeur“.

Con un post alle 13,30 di oggi sul suo profilo Facebook lo storico capo del Soccorso alpino di Courmayeur, Oscar Taiola, ha annunciato di aver ceduto il testimone alla guida alpina Gianluca Marra, classe 1983.

O meglio, di essere stato ‘silurato’: “E’ diventato capo uno senza meriti – afferma Taiola con la disarmante trasparenza che lo ha sempre contraddistinto – nè alpinistici né umani…per tutti a Courma sarò sempre un punto di riferimento fuori dal soccorso…”.

Parole ‘a caldo’ e pesanti, certamente, ma forse comprensibili da un uomo che ha votato la sua esistenza al soccorso alpino; un addio carico di amarezza e di rabbia, per il capo del soccorso ai piedi del Monte Bianco, protagonista di centinaia di missioni di recupero e salvataggio in montagna tra i quali quello del 17 febbraio 1991, quando una valanga sul Pavillon si portò con se 12 vittime.

 

 

Taiola fu il primo ad arrivare sul luogo della tragedia, e fu punto di riferimento, quel giorno come tanti altri, per i cronisti all’epoca privi di una ‘Centrale unica’ o di un ufficio stampa di protezione civile.

E poi, Taiola come vero e proprio ‘barometro umano‘, capace di guardare il cielo all’alba e sapere come sarebbe andata la giornata, se e dove sarebbe potuta cadere una valanga.

Doti che si acquistano con anni di esperienza e con la sensibilità innata e la consapevolezza di essere ‘un pezzo’ della montagna tanto amata.

Per lui scalatori d’eccezione o alpinisti ‘della domenica’ non fanno differenza nella casistica degli interventi: “Quando sei lassù sei poco più di niente, non puoi sbagliare, non devi cedere“, ama ripetere ai giovani secouristes.

E giovane è senz’altro Gianluca Marra, il nuovo capo della stazione di soccorso alpino a Courmayeur così come il suo vice, Luca Blanchet e il supervisore Attilio Jacquemod.

Siamo una squadra giovane, coesa, vogliamo dare il nostro apporto alla grande scuola del soccorso di Courmayeur – spiega Marra, – mi spiace però davvero tanto che Oscar se la sia presa così a male…fino a ieri ci parlavamo con serenità, come se niente fosse…adesso questa reazione..mah, spero che non vi siano strascichi...”.

Intanto sulla pagina Facebook di Taiola piovono messaggi di solidarietà: “Per noi ci sei solo tu” è il leit motiv di tanti commenti.

 

 

Gianluca Marra, guida alpina e artigiano, vive a Morgex ha svolto servizio nei corpi speciali dei paracadutisti della Folgore per tre anni ottenendo il Brevetto di paracadutismo.

Ha ottenuto il brevetto per il Soccorso subacqueo in mare e dedicando parte della sua vita  in montagna, è divenuto Guida alpina e tecnico elisoccorso del Soccorso alpino valdostano ed è membro dela Società Guide di Courmayeur.

Negli anni dedicati all’alpinismo, in particolare nella zona del Monte Bianco, ha salito molte vie di roccia, misto e arrampicata.

 

QRMA NEWS
NEWS & BLOG

Riapertura della strada della Val Ferret fino alla località Lavachey

Si comunica che è stata pubblicata in Albo Pretorio l’ordinanza...

Giro d’Italia 25 maggio – Servizio navette e viabilità

Si informa che in occasione del Giro d’Italia la viabilità di...

Fondo Val Ferret – Mercoledì 3 aprile piste chiuse

SI informa che a causa della condizioni meteo sfavorevoli, pista...

QRMA TV
VIDEO & TV