Tunnel del Monte Bianco, stop alla circolazione per il ventennale della tragedia

Domenica 24 marzo circolazione interrotta nei due sensi di marcia dalle 9,45 alle 12.45

Venti anni fa l’incendio al traforo del Monte Bianco dove persero la vita 39 persone.

Per consentire il raccoglimento e il buono svolgimento della cerimonia del ventennale della tragedia da parte dell’Associazione delle Famiglie delle Vittime della Catastrofe del Traforo del Monte Bianco, e al fine di mettere in sicurezza l’accesso al memoriale da parte dei partecipanti, la Prefettura dell’Alta Savoia ha disposto l’interruzione della circolazione di tutti i veicoli sulla rampa di accesso francese.

L’interruzione della circolazione nei due sensi di marcia del tunnel è prevista per domenica 24 marzo dalle 10 alle 12.45.

Conseguentemente, la circolazione al Traforo del Monte Bianco sarà totalmente interrotta:

– nel senso Italia-Francia, a partire dalle ore 9.45 fino alle ore 12.30;

– nel senso Francia-Italia, a partire dalle ore 10.00 fino alle ore 12.45.

 

 

Era esattamente il 24 marzo 1999 quando un camion prese fuoco all’interno del tunnel del Monte Bianco.

Tra le 39 vittime, di cui 13 italiani, 18 francesi, 2 belgi, un inglese, un lussemburghese, un olandese, uno sloveno, un croato e un tedesco anche 6 valdostani.

Tra le vittime anche Pierlucio Tinazzi, detto Spadino per la sua piccola statura, un addetto alla sicurezza della società italiana del traforo.

Quando si accorse che erano divampate le fiamme, cercò di aiutare chi era pericolo di vita, muovendosi all’interno del tunnel con la motocicletta di servizio.

Uscì ed entrò nel tunnel per cinque volte riuscendo a portare in salvo 10 persone, ma durante il quinto tentativo non fu più in grado di tornare indietro e si rifugiò, con il camionista francese ferito che stava cercando di soccorrere, all’interno di una cella di sicurezza.

Ma il fuoco li raggiunse anche lì e persero la vita, insieme, con la speranza di farcela fino alla fine.

 

 

La Presidenza della Repubblica ha conferito a “Spadino”, nel 2000, la medaglia d’oro al valor civile. In suo ricordo ogni anno si svolge il Memorial Spadino in occasione del quale si radunano davanti al traforo migliaia di motociclisti di tutta Europa non solo per ricordare Spadino ma anche per sensibilizzare le istituzioni sul tema della sicurezza stradale.

Fu quella tragedia immane, che colpì molto l’opinione pubblica, a dare il via all’iter che portò alla Direttiva europea sulla sicurezza delle gallerie stradali.

Dopo questi drammatici avvenimenti, il tunnel restò chiuso per tre anni e riaperto unicamente per le automobili il 9 marzo 2002, dopo lunghi lavori di riparazione e ristrutturazione (la volta, fortemente danneggiata, è stata completamente rifatta).

 

 

QRMA NEWS
NEWS & BLOG

Servizio di assistenza medico generica ai turisti

Il Comune di Courmayeur informa che in collaborazione con l’AUSL...

Domenica 7 luglio le eccellenze della Valle D’Aosta a Portofino

Domenica 7 luglio per una giornata la prestigiosa piazzetta di Portofino si trasformerà...

Sul Monte Bianco nasce la libreria più alta d’Europa

Una libreria a due passi dal cielo. È quella che...

QRMA TV
VIDEO & TV